231 in pillole per lavoratori di cooperativa

Conoscere la responsabilità amministrativa d’impresa introdotta dal Decreto Legislativo n. 231 del 8 giugno 2001 e il Modello di Organizzazione e Gestione per una maggiore consapevolezza di quali siano le misure di prevenzione da adottare e rispettare e quali i comportamenti da evitare per non incorrere in un illecito punibile con gravissime sanzioni, sul piano sia penale che amministrativo.

Docenti: Avv. Cristiana Fossat
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Dettagli del corso
Moduli: 5
Materiale didattico: Dispense, documenti di approfondimento
Durata: 01:45

23,00 + IVA

Contatti

Descrizione del corso

Destinatari

Lavoratori dipendenti ed equiparati (soci lavoratori, apprendisti, tirocinanti, stagisti, volontari, operatori del servizio civile…)

Contenuti del corso

In questo corso approfondiamo la responsabilità amministrativa d'impresa introdotta dal Decreto Legislativo n. 231 del 8 giugno 2001, responsabilità in cui la Cooperativa potrebbe incorrere per reati commessi nell'interesse e a vantaggio della stessa.

Al termine del corso conoscerete meglio il Modello di Organizzazione e Gestione adottato dalla vostra cooperativa, comprenderete il ruolo dell'Organismo di Vigilanza e vi sentirete maggiormente coinvolti nel processo di attuazione del Modello.
Avrete inoltre maggiore consapevolezza di quali siano le misure di prevenzione da adottare e rispettare e quali i comportamenti da evitare per non incorrere in un illecito punibile con gravissime sanzioni, sul piano sia penale che amministrativo, avrete insomma maggiori strumenti per tutelare voi stessi e il Vostro Ente.

Il corso si articola in:

  • cinque sezioni, in ogni sezione troverete le relative slides scaricabili;
  • due test di apprendimento;
  • due documenti che potete scaricare e consultare al bisogno mentre seguite il corso di formazione: il testo aggiornato del Decreto Legislativo 231/2001 e la Relazione Ministeriale al Decreto.

Test di valutazione

1 test intermedio (8 domande a scelta multipla) e 1 test finale (10 domande a scelta multipla)

Attestato di frequenza

Ogni partecipante riceverà, previo sostenimento di un test superato con esito positivo, un attestato valido, ai sensi dell’Accordo Stato-Regioni 21 dicembre 2011, su tutto il territorio nazionale.